I figli degli uomini

Andare in basso

I figli degli uomini Empty I figli degli uomini

Messaggio  Aliainnero il Mer Ago 31, 2011 4:43 pm

Titolo originale Children of Men
Paese Gran Bretagna, USA
Anno 2006
Durata 109 min
Colore colore
Genere fantascienza
Regia Alfonso Cuarón
Sceneggiatura David Arata, Alfonso Cuarón, Timothy J. Sexton
Fotografia Emmanuel Lubezki
Montaggio Alfonso Cuarón, Alex Rodriguez

Londra 2027. Da 18 anni ormai non nasce più un bambino su tutto il pianeta a causa di una misteriosa infertilità che ha colpito tutto il genere umano. Tutti i Paesi del mondo sono nel caos, solo l'Inghilterra resiste allo sfascio totale grazie a un governo totalitario che tratta tutti i cittadini non britannici come immigrati clandestini, chiudendoli in gabbie e relegandoli in città ghetto sotto lo stretto controllo militare. Theo Faron, impiegato in un ministero, ben inserito nella società odierna nonostante il suo passato attivista, apprende in un bar dalla Tv che l'abitante più giovane della Terra è stato ucciso e decide di prendersi un giorno di vacanza approfittando del lutto in cui è caduta tutta la nazione. Questa giornata sarà per lui l'inizio di una specie di resurrezione. Contattato dalla ex moglie, capo carismatico di un gruppo di rivoluzionari che si fanno chiamare Pesci, sarà costretto ad affrontare i suoi fantasmi più nascosti per portare a termine la missione più importante della sua vita: accompagnare una giovane donna di colore incinta di otto mesi alla nave "Tomorrow" di una misteriosa fondazione denominata Progetto Umano. Tratto dal romanzo omonimo della scrittrice P.D.James, eccellente giallista che si è qui cimentata in un racconto di fantascienza sociale, il film è costruito dal regista messicano Alfonso Cuaròn, lo stesso del terzo episodio della saga di Harry Potter, con taglio austero, quasi documentaristico in alcune scene (come il lungo piano sequenza nella città ghetto sotto assedio, che ricorda le immagini purtroppo reali di una Sarajevo distrutta dalla guerra), senza troppe ridondanze tecnologiche e descrive un futuro prossimo possibile se all'umanità venisse a mancare la speranza della prosecuzione della specie. Film inquietante, tetro, violento ma emozionante al tempo stesso, bravo Clive Owen. Bel cameo anche del vecchio Michael Caine e di Julianne Moore.

_________________
parola d'ordine: destrutturazione What a Face
Fra l'idea e la realtà, fra il gesto e l'atto, cade l'ombra. (T.S.Eliot)
Aliainnero
Aliainnero
moderatore globale
moderatore globale

Messaggi : 291
Punti : 940
Data d'iscrizione : 06.08.11
Età : 57
Località : Imola

http://mynona.iobloggo.com

Torna in alto Andare in basso

I figli degli uomini Empty Re: I figli degli uomini

Messaggio  odisseakubrick il Dom Ott 30, 2011 7:45 pm

inquietante.Un salutare schiaffo in faccia Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
odisseakubrick
odisseakubrick
cinefilo
cinefilo

Messaggi : 97
Punti : 355
Data d'iscrizione : 09.06.11

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum