Ultimi argomenti
» Prometheus
Mar Set 25, 2012 8:56 pm Da Aliainnero

» john carter
Dom Set 23, 2012 4:40 pm Da kristianopedia

» giuseppe de santis
Lun Set 10, 2012 11:31 am Da Prof Keating

» che cosa è il cinema
Lun Set 10, 2012 11:26 am Da Prof Keating

» Venezia 2012:Pietà
Dom Set 09, 2012 8:31 am Da kristianopedia

» NEOREALISMO
Sab Set 08, 2012 3:40 pm Da kristianopedia

» roberto rossellini
Sab Set 08, 2012 3:17 pm Da kristianopedia

» francesco rosi
Sab Set 08, 2012 3:12 pm Da kristianopedia

» Captain America - Il primo Vendicatore
Lun Set 03, 2012 8:41 am Da kristianopedia

» batman
Dom Ago 26, 2012 2:43 pm Da kristianopedia

» Tony Scott
Gio Ago 23, 2012 5:45 pm Da Aliainnero

» i 10 film più belli del cinema italiano secondo Il Sole-24 Ore
Lun Ago 20, 2012 6:55 pm Da Prof Keating

Alien³

Dom Lug 01, 2012 12:19 pm Da Aliainnero

Titolo originale: Alien³
Paese: USA
Anno: 1992
Durata: 114 min, 145 min …

Commenti: 1

ritorno al futuro

Gio Giu 28, 2012 3:01 pm Da kristianopedia

Titolo originale Back to the Future
Lingua originale inglese
Paese Stati …

Commenti: 1

Hanna

Mer Mag 09, 2012 5:15 pm Da Aliainnero

Titolo originale: Hanna
Lingua originale: inglese
Paese: USA, UK, Germania


Commenti: 0

Aliens - Scontro finale

Ven Mag 04, 2012 4:29 pm Da Aliainnero

Titolo originale: Aliens
Paese: USA
Anno: 1986
Durata: 137 min. - 154 min. …

Commenti: 2

Grazie, signora Thatcher

Ven Ago 26, 2011 9:08 am Da kristianopedia

Titolo originale Brassed Off
Paese Regno Unito
Anno 1996
Durata 105 min


Commenti: 1

Sondaggio

il miglior cinema

 
 
 
 
 
 

Guarda i risultati


paul

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

paul

Messaggio  kristianopedia il Gio Giu 02, 2011 3:17 pm

Titolo originale: Paul
Nazione: Spagna, Francia, Regno Unito, U.S.A.
Anno: 2011
Genere: Commedia
Durata: 104’
Regia: Greg Mottola
Pubblicato martedì 31 maggio 2011 - NSC anno VII n. 17
“Paul” è una dichiarata dedica d’amore e di ammirazione ai film di fantascienza a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta.
Come ricorda il New York Times, gli alieni sono approdati sul grande schermo con il film Viaggio sulla Luna di Georges Méliès; correva l’anno 1902. Cinema e televisione si sono sbizzarriti a dare nomi, forme, colori, dimensioni, gradi di cattiveria e di amicizia a svariati esseri provenienti da altri pianeti appartenenti al nostro sistema solare o inventati di sana pianta.
Paul, del regista Greg Mottola, artefice del graziosissimo Adventureland, racconta la storia di un alieno, venuto in pace, che dopo aver capito di non essere un ospite, ma il prigioniero di una base federale americana decide di scappare, per ricontattare la sua astronave e tornare a casa. Per quasi 60 anni ha passato la sua vita sul pianeta Terra, dando consigli sulla sua specie ai leader mondiali e non solo (a dir poco memorabile è la telefonata tra Paul e un certo Steven).
Paul (creazione dei maghi del CGI della Double Negative) rispecchia il prototipo di alieno classico: testa grande, occhi sgranati e luminosi, corpo scarno. Apparentemente un alieno ortodosso; ma con in spalla uno zainetto, indosso anonime braghette e comode ciabattine infradito, Paul è una bizzarra creatura, un extraterrestre mascalzone, dotato di grande spirito d’avventura, di amicizia e solidarietà, e un pizzico di cinismo che gli rende un certo charme, schiavo del fumo e anche fornito di un linguaggio colorato, ma incisivo. Comunque, dopo aver visto il tavolo della dissezione, e resosi conto di quello che succede in realtà, Paul scappa e si rifugia sul primo camper che passa nelle vicinanze della sua base, l’Area 51.
Graeme Willy (Simon Pegg) e Clive Gollings (Nick Frost) sono amici di vecchia data, nerd di primo piano, appassionati di fantascienza. Dall’Inghilterra, decidono di compiere Il Viaggio della loro vita: nel cuore dell’America degli UFO sulle tracce delle leggendarie zone calde dell’attività extraterrestre, dall’area 51 a Roswell, partendo però dal Comicon (il salone internazionale del fumetto). Noleggiato un camper, tracciano il percorso che intendono fare, ma un incontro ravvicinato con Paul trasforma la loro vacanza in un viaggio on the road. Inseguiti dai federali, dal padre di una giovane donna, Ruth Buggs (Kristen Wiig), che hanno quasi rapito, Graeme, Clive e Paul architettano un piano per giungere nel luogo (una pietra miliare del cinema) per contattare la navicella spaziale.
Il progetto di questo film nasce parecchi anni fa, per merito delle menti creatrici dei film L’alba dei morti dementi e Hot Fuzz: stiamo parlando di Simon Pegg e Nick Frost, e della casa di produzione Big Talk Pictures. Il risultato è un delizioso, per spregiudicatezza, amarcord dei cult di fantascienza.
Paul è un film divertente, disteso, imbastito con un ottimo ritmo, gag allegre e colpi di scena, dove i federali sono più spietati degli X-files, ma dallo stile impeccabile alla Men in Black, i protagonisti diventano eroi intergalattici come i membri della flotta del capitano Kirk. Ispirato al fascino senza tempo di Incontri ravvicinati del terzo tipo e al sentimento di E.T. e Cocoon, Paul li ha riadattati con un’irriverenza affettuosa e beffarda. I dialoghi sono mordaci e brillanti, con il pregio piacevole di smaliziare la fantascienza. Doppiato in orignale da Seth Rogen (The Green Hornet, Zack & Miri - Amore a... primo sesso), qui da noi arriva con la straniante voce di Elio (Stefano Belisari di Elio e le Storie Tese), ma l’alieno Paul è talmente esilarante che, alla fine, ci si arrende al doppiaggio. Semplicemente di puro sapore tagliente e vivace sono, infine, i ruoli interpretati da Sigourney Weaver e Jane Lynch (la coach Sylvester di Glee).di Ilaria Falcone
fonte:NonSoloCinema
avatar
kristianopedia
Admin
Admin

Messaggi : 490
Punti : 1463
Data d'iscrizione : 28.05.11

Vedi il profilo dell'utente http://kristianopedia.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: paul

Messaggio  Aliainnero il Gio Ago 11, 2011 9:11 pm

Ecco, Paul è sicuramente un film divertente (anche se, almeno per i miei gusti, la scelta del doppiatore in Elio, per quanto mi sia simpatico, non è stata proprio azzeccata). Il duo Pegg / Frost è sempre interessante; le loro rivisitazioni dei film di genere hanno qualcosa di originale senza essere necessariamente pesanti. Certo, L'alba dei morti dementi resta il mio preferito e anche Hot fuzz è da fuori di testa cyclops
avatar
Aliainnero
moderatore globale
moderatore globale

Messaggi : 291
Punti : 940
Data d'iscrizione : 06.08.11
Età : 55
Località : Imola

Vedi il profilo dell'utente http://mynona.iobloggo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum